Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

INTERVISTE

17/05/2015
San Chirico Raparo - Viggianello 2 - 2 (Coppa Regione)

GIUSEPPE OLIVETO: “Partita giocata a ritmi alti e primo tempo di marca gialloverde anche se c'è mancato il giusto cinismo negli ultimi sedici metri. Nonostante il nostro dominio, sul finire della prima frazione abbiamo subito una rete viziata da un evidente fuorigioco. Anche nella ripresa abbiamo continuato ad imporre il nostro gioco, colpendo prima un palo e poi divorandoci pure il gol del pareggio. Ed inaspettatamente abbiamo subito l'ulteriore beffa con la seconda marcatura del San Chirico. Va reso comunque merito al mister che ha apportato dei cambi tattici e così abbiamo accorciato le distanze con Antonio Olivieri. Il nostro forcing ci ha premiati a dieci minuti dalla fine grazie al mio vincente colpo di testa, probabilmente il gol più bello della mia carriera. E' una gioia immensa aver conquistato la qualificazione per le semifinali, forza A.S.D. Viggianello!”
 
ALESSANDRO OLIVETO: “E' stata una delle partite più belle che abbia giocato dal punto di vista emotivo. Una gara strana perché noi nel primo tempo, pur giocando bene, non siamo riusciti a trovare i dovuti sbocchi. Il San Chirico comunque ha giocato a viso aperto ed è passato anche in vantaggio in virtù di una nostra disattenzione. Negli spogliatoi il mister è riuscito a tirare fuori il meglio di noi e, infatti, nel secondo tempo siamo partiti a mille, sprecando diverse occasioni. Tuttavia, nel nostro momento migliore, loro hanno raddoppiato. Non nego che in quel momento ho pensato che il match fosse perso; ma fortunatamente grazie ad un guizzo di Antonio Olivieri ed un colpo di testa di Giuseppe Oliveto siamo riusciti a pareggiare. Una grande rimonta che ha mostrato il carattere della squadra, quel carattere che forse avevamo perso nelle ultime uscite di campionato. Giocando con cuore, grinta e talento si può arrivare lontano. Per quanto mi riguarda ringrazio il mister, la società e i compagni per la stima e la fiducia nei miei confronti; fiducia che credo di averla ripagata in piccola parte disputando un buona partita”.