Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

INTERVISTE

21/02/2016
La Domenica Gialloverde - Numero 7

L'INTERVISTA/IN TRE TOCCHI…
 
ANTONIO ALGIERI
 
Nato a Corigliano Calabro (Cosenza) il 28 luglio 1982, Antonio Algieri è sposato con Giovanna, dalla quale ha avuto tre bambini: Elena, Salvatore Pio e Chiara. Presta servizio nella Stazione Carabinieri di Viggianello dal 2006. Ha iniziato nella scuola calcio ASC Corigliano, dove ha giocato nei giovanissimi e negli allievi. A 17 anni è passato alla Juniores dell' USC Corigliano, in serie D. Qui è stato anche aggregato alla prima squadra, sia in campionato che in Coppa Italia. Dal 2007 al 2010 ha giocato nella Sansverinese, in Terza e, poi, in Seconda categoria. Dal 2011 indossa la maglia dell'ASD. Terzino, sia destro che sinistro, a volte viene impiegato anche come esterno di centrocampo.
Cosa manca a questa squadra per essere competitiva ed ambire ad arrivare tra le prime del girone?
Penso che questa squadra abbia tutte le potenzialità per essere competitiva e per arrivare nelle posizioni più alte. Nelle partite fuori casa non riusciamo ad esprimere tutto il potenziale che tiriamo fuori nelle partite in casa: carattere, determinazione, grinta e voglia di fare nostra la partita.
Da più parti si parla di Viggianello come di una realtà calcisticamente tranquilla, nella quale è possibile lavorare serenamente. Qual è il clima che si respira nello spogliatoio gialloverde?
Il clima che si respira all'interno della squadra è ottimo. Viggianello calcistica ormai non è più una realtà da scoprire ma è una realtà da vivere. Nella società c’è gente seria e desiderosa di dare risalto alla propria terra.
Dopo gli ultimi arrivi la rosa sembra essere più robusta. Pensi che cambierà qualcosa nel vostro campionato?
I nuovi arrivati mi hanno molto impressionato per la passione che hanno per il calcio e la voglia e la serietà con cui affrontano gli allenamenti. Ci daranno una grossa mano, da qui alla fine del campionato.